Categorie
_

Emergenza Coronavirus

 Aggiornamento, 16 maggio  A partire da lunedì 18 maggio in tutte le chiese d’Italia si tornerà a celebrare la S.Messa. Il nostro vescovo Giovanni D’Ercole ha recentemente pubblicato una lettera rivolta alle comunità parrocchiali della nostra diocesi: la potete leggere cliccando qui.

Nei prossimi giorni vi comunicheremo con precisione come organizzeremo la ripresa nella nostra parrocchia. Nel frattempo vi invitiamo a prendere visione del volantino realizzato dalla Diocesi di Ascoli Piceno nel quale sono descritte le regole generali che dovremo rispettare per poter riprendere le attività in totale sicurezza. Di seguito un’anteprima: potete scaricarlo per ingrandirlo e leggerlo a piena risoluzione cliccando qui.


 Aggiornamento, 7 maggio  è stato firmato, a Palazzo Chigi, il Protocollo che permetterà la ripresa delle celebrazioni con il popolo.

In attesa di comunicarvi le disposizioni precise che saranno a breve decise dal nostro Vescovo, potete leggere il Protocollo cliccando qui.


 DONAZIONI  Se volete donare qualcosa a favore delle famiglie in difficoltà, potete effettuare un bonifico al Conto Corrente della parrocchia:

scrivendo nella Causale: Emergenza Coronavirus

al seguente IBAN:

IT98Q0847413500000000020721

Sarà nostra cura dare conto di quanto avremo raccolto e di quanto donato salvaguardando ovviamente la privacy sia dei donatori che di coloro che verranno aiutati.

In alternativa resta sempre valida l’iniziativa della Caritas parrocchiale: presso il Supermercato TIGRE (che ringraziamo due volte perché, per volontà della proprietà, ogni giorno depone nel cesto alimenti per un valore di 100 euro) è presente un cesto per la raccolta di generi alimentari da donare alle famiglie bisognose.

Chi vuole, andando a fare spesa, può depositare qualcosa che poi sarà portato in parrocchia o presso l’Emporio della Carità. Questi ultimi ci hanno fatto sapere che, se potete scegliere, servirebbe soprattutto:

      • Olio da litro
      • Tonno da 80/160 gr
      • Carne in scatola
      • Grana in conf. max 200 gr
      • e, tranne la pasta (che ce n’è in abbondanza) qualunque altro alimento a lunga conservazione

 SPECIALE PASQUA  E’ inoltre attiva la raccolta fondi online “Dolce è solidale” della nostra parrocchia, per aiutare famiglie bisognose e vincere uova di Pasqua giganti!

Per fare una donazione non dovete far altro che cliccare QUI e seguire le istruzioni. Trovate maggiori informazioni su questa particolare iniziativa qui.

Quale che sia la scelta che farete:

GRAZIE DI CUORE!


La mappa della Protezione Civile sui dati del contagio di Coronavirus in ItaliaNasce il primo sito di Fact Checking interamente dedicato alla verifica scientifica di notizie inerenti al coronavirus. Si chiama CoronaCheck ed è raggiungibile alla seguente indirizzo: https://coronacheck.eurecom.fr/.

Lo ha realizzato un team di ricercatori del Dipartimento di Data Science di EURECOM francese e della statunitense Cornell University con la collaborazione della Johns Hopkins University. Le notizie vengono verificate sulla base di dati ufficiali provenienti dal World Health Organization (WHO) e dai Governi e Ministeri della salute di Italia, Australia, Taiwan, Cina e Canada.


 Aggiornamento, 9 marzo  Il nostro Vescovo ha appena diramato una nuova lettera con le più recenti disposizioni concernenti il contenimento dell’epidemia del coronavirus basate sulle indicazioni riportate nella nuova ordinanza del Governo.

In breve si è deciso di «Sospendere le cerimonie civili e religiose, ivi comprese quelle funebri, fino al 3 aprile».

Come sempre ne trovate una copia digitale nel nostro archivio: in alternativa potete leggerla integralmente cliccando qui.

Nelle prossime ore vi aggiorneremo circa le novità relative alla nostra parrocchia, pertanto vi invitiamo a restare sintonizzati su queste pagine.


 Aggiornamento, 7 marzo  In base alle direttive date dal nostro Vescovo, comunichiamo che le Ss. Messe festive di sabato 7 marzo alle ore 18:30 e di domenica 8 marzo alle 8:00, alle 11:00 e alle 18:30 saranno regolarmente celebrate nel pieno rispetto delle norme igienico-sanitarie (in particolare la distanza tra le persone, la comunione sulle mani, con ordine e senza fretta).

In Chiesa potranno trovare posto 2 persone per banco o fila di sedie per un totale di circa 150 persone, riempiti quei posti i fedeli, alla Messa delle 11:00, saranno invitati a portarsi nella Sala della Comunità della parrocchia (più comunemente chiamata Teatro e che, per questa particolare situazione, può contenere 50 persone) dove si potrà seguire la celebrazione attraverso un collegamento audio e video con la Chiesa parrocchiale.

All’eventuale riempimento della sala e della Chiesa si prenderà posto nel sagrato e nel piazzale parrocchiale, in piedi e mantenendo le opportune distanze, dove attraverso le trombe esterne si potrà seguire la celebrazione.

Per la distribuzione della Eucaristia, ci si atterrà alle indicazioni che verranno fornite.

La S. Messa delle 11:00 sarà trasmessa in diretta sul nostro sito all’indirizzo http://parrocchiamonticelli.it/diretta: nel momento in cui sarà attiva, vi avviseremo qui sul sito e tramite i canali social.

Vi ricordiamo inoltre che:

  • sono sospese tutte le attività pastorali
  • le visite alle famiglie per le benedizioni pasquali sono sospese
  • i fedeli, specialmente le persone anziane o affette da patologie, sono dispensati dal precetto domenicale: si consiglia loro di seguire le S.Messe:
    • via radio, ad esempio su Radio Maria. Sul sito ufficiale trovate le frequenze marchigiane e il pulsante per ascoltarla in diretta via streaming web
    • in TV
    • nei vari siti internet ove viene trasmessa, compresa come dicevamo la nostra diretta per quanto riguarda la messa delle ore 11:00 di domenica 8 marzo. A tal proposito invitiamo i nipoti o i figli ad aiutare coloro che non ne hanno la capacità a collegarsi per tempo alla pagina della nostra diretta.

 Aggiornamento, 6 marzo  Il nostro vescovo ha appena pubblicato la terza lettera episcopale, che trovate nell’archivio del sito: potete leggerla integralmente cliccando qui.


 Aggiornamento, 4 marzo  A seguito della nuova Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale del 3 marzo 2020 concernente il coronavirus, che proibisce nella regione Marche ogni manifestazione pubblica dalle 00:00 del 4 marzo alle 23:59 dell’8 marzo, anche noi come Chiesa siamo tenuti ad applicarla nelle parrocchie della Regione Marche.

Qui sul nostro sito, all’interno dell’archivio digitale, trovate il comunicato stampa del nostro vescovo Giovanni D’Ercole che potete leggere anche cliccando direttamente qui.

Per quanto riguarda la nostra parrocchia:

  • il catechismo è momentaneamente sospeso
  • le benedizioni alle famiglie sono sospese fino a domenica 8 marzo
  • la Chiesa resta aperta per la preghiera personale, nelle modalità indicate nella precedente comunicazione (vedi sotto) con l’esposizione del Santissimo Sacramento e la possibilità di distribuire la santa comunione.
  • le sante messe feriali saranno celebrate con la dovuta prudenza evitando, come prescrivono le norme dell’ordinanza, i contatti ravvicinati
  • per i funerali, quando si prevede la partecipazione di un numero consistente di fedeli, la funzione sarà celebrata con il rito breve e con il più attento rispetto delle richieste norme igienico-sanitarie (se possibile, soltanto con i parenti stretti)
  • Il Circolo di Cultura Cinematografica è sospeso
  • si adotta ogni possibile misura igienico-sanitaria già ampiamente consigliata per quanto riguarda le celebrazioni liturgiche e ogni altra attività afferente alla parrocchia.

Per quanto riguarda la celebrazione della S. Messa di domenica 8 marzo vi terremo informati a seguito dell’evolversi della situazione, pertanto vi invitiamo a consultare quotidianamente il nostro sito e ad iscrivervi alla nostra pagina Facebook per poter seguire in tempo reale gli aggiornamenti e le eventuali variazioni alle disposizioni sopracitate.


 Aggiornamento, 29 febbraio  A seguito delle decisioni delle competenti autorità civili, i vescovi delle Marche dispongono la ripresa delle celebrazioni liturgiche e delle consuete attività pastorali a partire dalle ore 00:01 di domani 1 marzo.

Si confermano le prudenziali norme igienico sanitarie già adottate.

I vescovi, mentre ringraziano quanti con dedizione lavorano al servizio dei cittadini in questa emergenza, invitano i fedeli a vivere alla luce del Vangelo questo tempo quaresimale. Riuniti nella basilica di Loreto invocano la protezione della Vergine Lauretana per l’intera comunità regionale.

Carissimi/e,

l’emergenza Coronavirus ci interpella tutti e interpella la nostra salute e anche la nostra fede. Speriamo diventi una opportunità per riscoprire la nostra fragilità che ci fa confidare ancora di più in Dio e non nelle nostre forze. La mancanza degli incontri, delle celebrazioni eucaristiche rafforzi la nostra comunione e la nostra preghiera personale e in famiglia.

Vi giro alcune indicazioni pastorali date questa mattina dal nostro Vescovo in modo che siano conosciute da tutti. Tra le indicazioni del Vescovo, che potete leggere integralmente cliccando qui, c’è anche la possibilità dell’adorazione eucaristica (almeno alcune ore al giorno). Vi avviseremo appena ci organizzeremo.

La Messa delle Ceneri di questo pomeriggio non ci sarà in parrocchia ma potrà essere seguita quella che sarà celebrata dal Vescovo nella Cappella dell’Episcopio. Si potrà seguire in diretta:

Don Giampiero


 25 febbraio  La Conferenza Episcopale Marchigiana ha disposto le misure cautelari in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. In breve sono sospesi fino al 4 marzo:

  • le celebrazioni eucaristiche feriali e festive
  • le benedizioni pasquali
  • gli incontri di catechismo e dei gruppi parrocchiali
  • le attività di oratorio, di dopo-scuola, sportive, teatrali, cinematografiche e ogni genere di aggregazione
  • i servizi della Caritas diocesana e delle Caritas parrocchiali che prevedono contatto con il pubblico

Inoltre, per questa settimana:

  • l’acqua benedetta non sarà presente nelle acquasantiere
  • nelle S. Messe, anche private, si ometterà il segno di pace e si riceverà la S. Comunione sulla mano (e non in bocca)
  • per i funerali ci si limiterà al rito delle esequie nella forma breve e con i parenti stretti

Le chiese resteranno comunque aperte al culto e alla preghiera individuale.

Per maggiori informazioni potete visionare il Comunicato Stampa diramato dai Vescovi delle Marche cliccando qui.